Dormire nella moschea di Solimano

Vabbè, come vedete dalla foto il titolo più esatto sarebbe stato “dormire nel giardino della moschea di Solimano“. Comunque, proprio nei giorni scorsi stavamo discutendo – sul blog, su Facebook – sull’abitudine di dormire nelle moschee: a me l’idea piace tantissimo, ma c’è chi non condivide e parla di “mancanza di rispetto”.

LEGGI ANCHE: Dormire nelle moschee di Istanbul

In ogni caso, ho constatato proprio quest’estate – lo dimostra questo cartello: “Dormire in moschea, si può o non si può?” – un qualche irrigidimento da parte di chi ha il compito di far rispettare i vari divieti: che di solito vengono interpretati con diversi gradi di flessibilità, in modo più severo o blando a seconda se la moschea è frequentata o meno da turisti.

Poi però ieri mi sono imbattuto in questa immagine esilarante: non c’entra nulla con la siesta dentro le moschee, ma non ho potuto fare a meno di immortalare. La vedete? Probabilmente è stata messa lì a guarda del bagaglio dalla famigliola, magari impegnata in un tour del complesso.

LEGGI ANCHE: Dormire in moschea, si può o non si può?

Più in generale, la moschea di Solimano ormai attrae sempre più numerosi turisti: questo è un bene perché così non vedono solo la pessima “moschea blu”, ma è anche un male perché si sta gradualmente trasformando in un nuovo carrozzone turistico (severità persino sull’uso dei pantaloncini da parte degli uomini, gran parte dello spazio della moschea perennemente chiuso). Ma di ancora vuote e pur bellissime ce ne sono comunque un’infinità, per fortuna.

Precedente Pericolo terrorismo e rapimenti in Turchia Successivo L'OMM di Eskişehir come il Guggenheim (con foto)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.