Il terzo ponte sul Bosforo, lavori in corso

PonteBosforo00

Stamattina sono andato a visitare il cantiere del terzo ponte sul Bosforo, costruito – come il nuovo ponte sul Corno d’oro – dalla italiana Astaldi. I lavori come potete vedere dalle foto sono ormai in dirittura d’arrivo, fra un paio di mesi ci sarà il congiungimento del ramo europeo con quello asiatico: e si potrà finalmente camminare da una parte all’altra (la consegna definitiva del progetto, che comprende anche 150 chilometri di autostrade, è poi prevista per il 30 agosto, nel giorno in cui si celebra la vittoria nella guerra del 1919-1922 contro gli invasori greci: immagino con una bella cerimonia ufficiale in pompa magna, come si usa qui).

LEGGI ANCHE: Il nuovo ponte sul Corno d’oro

Il ponte in sé è qualcosa di straordinario, un progetto avveniristico – del celebre ingegnere francese Michel Virlogeux – insieme sospeso (cavi verticali) e strallato (cavi in diagonale) che ospiterà 2 carreggiate stradali (4 corsie + 4) e al centro un doppio binario ferroviario. E’ lungo 1408 metri complessivi, di cui 704 da un pilone all’altro; ma è impressionante soprattutto la larghezza: 58 metri e mezzo! Mi hanno anche spiegato gli accorgimenti presi per incidere quanto meno possibile sull’ecosistema: verranno piantati 2 alberi per ogni albero abbattuto (quasi tutti pini giovani, di massimo 25-30 anni), il percorso delle autostrade ha spesso subito modifiche per tener conto delle rotte migratorie. Ricordo invece quel delirante lancio dell’Ansa – come al solito scopiazzato dalla stampa di opposizione – in cui si parlava di cinghiali a nuoto nel Bosforo – 5 in tutto! – in fuga dai lavori del ponte: ma visto che è responsabile una azienda italiana, prima di scrivere queste scemenze chiamali e fatti dire cosa ne pensano, no?

Comunque, ci tornerò sicuramente per il momento del congiungimento euro-asiatico: con la speranza di trovare una giornata migliore, per fare delle foto decenti.

PonteBosforo01
PonteBosforo02
PonteBosforo03

PonteBosforo04
PonteBosforo05
PonteBosforo06

Precedente Le moschee di Istanbul, Piyale Paşa Camii Successivo Le mie nuove vicine di casa (a Istanbul)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.