Tophane Art Walk – 10 febbraio 2013

“Domenica aperto”. Questo è lo slogan di Tophane Art Walk: l’azzeccatissima iniziativa per far conoscere a un pubblico più ampio del solito le gallerie d’arte di Tophane, il quartiere ai piedi di Beyoğlu che prende il nome dall’arsenale ottomano. Le gallerie sono aperte per l’appunto di domenica, dalle 12 alle 18; non tutte le domeniche, ma ogni due mesi: e il prossimo appuntamento – ve lo segnalo con grande anticipo, così vi organizzate comodamente – è per il 10 febbraio.

LEGGI ANCHE: I musei di Istanbul, il SALT

A Tophane ci si arriva facilmente, esiste l’apposita fermata del tram: il punto di riferimento è la moschea di Kılıç Ali Paşa – un calabrese che divenne Grande ammiraglio e comandante della flotta ottomana – opera del celebre architetto Mimar Sinan e recentamente restaurata in tutti i suoi elementi (hamam compreso); il museo Istanbul Modern è poco lontano, ospitato nei vecchi magazzini del porto. Da lì ci s’immerge nel quartiere portuale di Karaköy, che verrà trasformato e reso più vivibile con la costruzione di hotel e l’apertura di negozi e altre attrattive per i croceristi (adesso è in stato di quasi abbandono): come elementi per orientarvi  – ma dovete percorrere davero poche decine di metri, dalla moschea – prendete un pergolato, il caffé Karabatak e la chiesa greco-ortodossa proprio di fronte.

Nel giro di dieci metri ci sono le prime gallerie da visitare: dalla pagina Facebook dell’iniziativa si può scaricare la piantina, in distribuzione direttamente in loco in versione cartacea. Ogni galleria presenta una o più mostre, uno o più artisti: e i galleristi sono prontissimi a dare spiegazioni sulle opere e – per chi fosse interessato – a contrattare; ma possono essere visitati anche dei musei, dal Salt al Museo dell’innocenza di Pamuk.

LEGGI ANCHE: L’innocenza degli oggetti di Orhan Pamuk

Una volta conquistata una mappa-guida, tutto diventa più semplice: le indicazioni sono chiarissime, con la lista completa e la descrizione delle gallerie che partecipano all’iniziativa. In corrispondenza della moschea, comunque, attraversate la strada e imboccate quella che sale abbastanza rapidamente: su i due lati, troverete altre gallerie (in alcune di queste, quando ci sono stato a ottobre, erano offerte stuzzichini vari). Sempre salendo, a un certo punto si è invitati a girare a destra: è il quartiere di Çukurcuma reso famoso da Pamuk e dai suoi negozietti d’antiquariato che meritano una visita approfondita.

Si continua a salire, come promesso si sbuca su Istiklal caddesi: dove eventualmente mangiare o comunque ristorarsi a piacimento; ma un’altra opzione precedente, a metà della salita, è il ristorante Peymane già La Cucina: con tavoli anche nel giardino dell’ex orfanotrofio francese (a ottobre, era previsto uno sconto del 15% a chi esibiva la mappa dell’art walk).

Per contattarmi:
giuse.mancini@gmail.com
https://www.facebook.com/IstanbulEuropa

Precedente L’opera a Istanbul, Süreyya Successivo I sapori di Istanbul, il simit

Un commento su “Tophane Art Walk – 10 febbraio 2013

  1. Pingback: Le gallerie d’arte a Istanbul, Mixer | Vivere Istanbul

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.