Il gabbiano della torre di Galata

Istanbul è invasa da gabbiani: invadenti, rumorosi, famelici. Li vedo spesso litigare furiosamente con gatti e cornacchie, per il cibo (si contendono le crocchette lasciate per i micioni del quartiere); sono ormai un’attrazione simil-turistica perché seguono in orde i traghetti, attratti da pezzetti di simit – il pane locale – che i passeggeri gli lanciano (ne circolano a milioni di foto di queste scenette).

LEGGI ANCHE: Visioni di Istanbul, 36 occhi sulla città

Insomma, non è che mi piacciano granché. Però questa foto qui è davvero simpatica. L’ho trovata per caso online, è stata scattata da una delle telecamere che la municipalità di Istanbul ha piazzato in posti strategici e panoramici: sulla torre di Galata, uno dei simboli della città (di cui potete leggere tutto quello che ho già scritto nei vecchi post…).

LEGGI ANCHE: La torre di Galata, le fortezze genovesi e l’Unesco

LEGGI ANCHE: Buttarsi dalla Torre di Galata

Precedente 4 dicembre, Santa Barbara a Nicomedia Successivo Spaghetti Bolonez, prodotti italianissimi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.