Una pausa all’Hammam! Questa sì che è vita…

AVVISO: questo post è ormai datato, è stato scritto da una persona che si occupava del blog in precedenza; chi lo gestisce oggi non ne condivide l’impostazione. Per contattarmi: giuse.mancini@gmail.com

Che dire se non…ahhhh! Goduria massima ed estrema!Dopo una giornata estenuante, su è giù per una Istanbul caliente, sotto un sole cocente, coperta di sudore grondante, torno a casa e mi accorgo che l’acqua non c’è…niente acqua dal lavandino, niente acqua in bagno, niente acqua! Nemmeno una goccia. A quanto pare, tutto il quartiere ha lo stesso problema…colpa di un tubo dell’acqua, esploso stamattina. Oh-oh. E io come faccio a farmi la doccia adesso? Ahhhh! Dopo essermi disperata per cinque minuti, mi sono resa conto che avrei potuto volgere la situazione a mio favore… Non potendo usare il bagno, quale giorno migliore per andare all’hammam?

L’hammam è il bagno turco, e qui in Turchia è un vero e proprio stile di vita. Ci si va non solo quando il bagno è ko, ma più che altro per rilassarsi, decomprimere lo stress, prendersi cura di corpo e mente, e per conoscere persone nuove, magari  bevendo un delizioso chay, preparato ad arte, tra i fumi sulfurei del calidarium, quando la pelle riluce dopo i vapori benefici del bagno e la vigorosa passata con il guanto di crine.

La cosa più bella è il profumo. Entrare e sentire il profumo di alloro (merito del sapone esfoliante) e degli oli essenziali, in un ambiente decorato elegantemente, un luogo che sembra sospeso nel tempo e nello spazio…tutto questo e molto di più troverete nell’hammam. Architetture sontuose, in alcuni casi davvero spettacolari, i bagni turchi di Istanbul sono certo un po’ turistici, ma sono davvero meravigliosi. Non potete venire a Istanbul senza visitarne almeno uno!

In genere l’hammam consta di due sezioni, separate per uomini e donne: gli uomini entrano nel calidarium coperti da un telo, le donne completamente nude. Le due sezioni offrono massaggi e trattamenti di bellezza: i massaggi nella sezione maschile sono in genere “spaccaossa”, effettuati da vigorosi energumeni turchi – mentre la sezione femminile offre massaggi più rilassanti e sensuali, all’insegna del relax.

Vediamo gli hammam più belli di Istanbul!

I più belli sono senza dubbio Cağaloğlu Hamami e Cemberlitas Hamami – quest’ultimo più volte citato come “una delle cento cose da fare prima di morire”. Entrambi sono splendidi edifici storici e la maggior parte della clientela sarà alla sua prima esperienza in un hammam, per cui non vi sentirete per nulla fuori luogo.

Cağaloğlu hammam è stato costruito nel 1741, di fatto l’ultimo durante l’Impero ottomano – e trasuda storia! Re, regine, avventurieri, scrittori…Sono tutti passati di qui! Si trova a Eminönü e ha sezioni separate. Entrata a € 20. website: http://www.cagalogluhamami.com.tr/

Cemberlitas hammam, altrettanto bello, si trova invece in Piazza Cemberlitas, vicino ad alcuni dei monumenti più famosi di Istanbul. È stato costruito dall’architetto Sinan nel 1584. Entrata a € 15. website: http://www.cemberlitashamami.com.tr/

Un altro splendido hamam è il Suleymaniye Hamami.
Il sultano Suleyman (lo stesso della famosa, omonima moschea) commissionò questo hammam al famoso architetto Sinan, nel 1550.
E’ di fatto l’unico hammam misto a Istanbul. Ingresso a € 31,50. website :http://www.suleymaniyehamami.com.tr/

Che goduria! All’uscita dall’hammam vi sentirete molto meglio…Io oggi sono rinata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.