Zerocalcare apologeta del terrorismo

Zerocalcare

L’altro giorno, in libreria all’aeroporto di Fiumicino, mi è capitato tra le mani un libro di fumetti dal titolo sinistro: Kobane Calling, di cui ho immediatamente immaginato l’impostazione propagandista. Ho aperto una pagina a caso – giuro: assolutamente a caso! – e mi sono infatti imbattuto nel solito repertorio caro agli estremisti di sinistra, tra i quali – ho poi appreso – è schiarato l’autore, dal nom de plumeZerocalcare“: che definisce l’organizzazione terroristica Pkk “movimento guerrigliero clandestino”, o “resistenza curda”. Ho letto solo questa pagina, da cui mi è sembrato di capire che il suddetto Zerocalcare sia persino andato nelle basi del Pkk nell’Iraq settentrionale: proprio lì dove sono stati pianificati gli attacchi suicidi che negli scorsi mesi, ad Ankata, hanno totalizzato decine di morti e centinaia di feriti.

LEGGI ANCHE: Giovanna Lanzavecchia, la Turchia e il Pkk

Dico: ma è tollerabile che in Italia si faccia apertamente apologia di terrorismo? Nessuno interviene? Nessuno protesta?

Precedente I tulipani di Istanbul 2016 (con foto) Successivo I libri su Istanbul, Dalla Russia con amore (007)

Un commento su “Zerocalcare apologeta del terrorismo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.