Crea sito

Belleville: il quartiere alternativo di Parigi

Ogni città attraversa i suoi cambiamenti nel corso degli anni, ve ne ho parlato recentemente nel mio post sul rinascimento urbano che Parigi sta affrontando negli ultimi tempi e che la rende una città ancora più bella da visitare.

Ahimè spesso però si tendono a visitare sempre le stesse cose, gli stessi luoghi e, forse anche per gli stessi parigini e chi abita qui, la routine si abbatte sul quotidiano portando a frequentare sempre gli stessi quartieri e non spingersi mai troppo “oltre”!

Invece c’ è un bel quartiere che con il tempo si è trasformato nel quartiere dei giovani, degli artisti e soprattutto dei parigini alla moda! Si tratta di Belleville che con i suoi vicoli stretti, le salite ripide e i numerosi negozi etnici ha un fascino speciale che l’ha reso il quartiere alternativo per eccellenza.

Siamo esattamente tra l’11°, il 19° e il 20° arrondissement, molto spesso snobbati dagli stessi parigini che poco a poco si stanno ricredendo grazie alle numerose niziative e la nascita di bar, negozi che lo eleggono il nuovo quartiere di tendenza!

Un piccolo cenno storico per ricordarvi che questo quartiere ha dato i natali alla famosa Edith Piaf ,esattamente al n° 72 di rue Belleville, simbolo della Parigi popolare; Belleville è stato lo sfondo della famiglia Malaussène dei romanzi del famoso Daniel Pennac.

Belleville sorge sul colle più alto di Parigi dopo Monmartre e ancora oggi restano, accanto ai palazzoni moderni, le vecchie case circondate da giardini e anche qualche vigna, si estende tra le Buttes- Chaumont, il cimitero Père Lachaise e i boulevards esterni , ed è quest’atmosfera che l’ha reso un quartiere speciale e assolutamente cool.

Qui c’è una forte presenza di diversi gruppi etnici (russi, cinesi, magrebini..) che lo rende il quartiere più animato e vivace già da qualche anno, tutti vogliono vivere qui e la ricerca di un “buco” in questo quartiere è praticamente impossibile! Grazie poi ai prezzi competitivi sono nati tantissimi bar, soprattutto birrerie, e negozi, insomma Belleville durante il weekend è presa letteralmente d’assalto.

Come approfittare del fascino di questo nuovo quartiere alla moda? Dal boulevard de Belleville si ha una vista magnifica sulla strada in salita dove troverete una sfilza di ristoranti cinesi, la tipica strada popolare; la rue Belleville è piena di negozietti ed è animata tutto il giorno, si estende dalla uscita della metro Belleville fino alla Porte de Lilas.

Imperdibile il Parco di Belleville da dove si ammira Parigi da un altro punto di vista: oltre il Panthéon e a Tour Montparnasse, potrete scorgere il mont Valérien e le colline che circondano la città.. altro che Monmartre!

Cosa ha colpito i giovani, i parigini da rivalutare questo quartiere? Sicuramente l fascino suggestivo delle sue stradine e la sensazione di essere quasi in una cittadina di provincia. In cima alle scale del passage Jean-Lacroix vi troverete su una collina dove ammirare i giardini con cascate a giochi d’acqua dove di giorno in tantissimi fanno una pausa! Se volete entrare nel cuore di Belleville, dovete entrare nella Rue des Cascades, una viuzza con palazzine di max tre piani, e dove stanno sorgendo diversi bar, inoltre dae scale della rue Fernand-Raynaud si gode di un’altra bellissima vue su Parigi.

Tutti pazzi per Belleville dunque e infatti pare stia prendendo il posto di Bastille da sempre meta dei più giovani per “boire un verre” in tranquillità. Del resto con i suoi “passages” e le casette questo quartiere ha davvero un qualcosa in più, in primavera poi si arricchisce di fiori ed è qui che si trova la via più stretta di Parigi: il passage della Duée.

Se volete davvero scoprire e riscoprire questo quartiere ecco gli indirizzi da non perdere:

  • Museo  Edith Piaf

Il piccolo museo privato che raccoglie numerosi ricordi della vita della cantante francese più amata. Al 5 rue Crespin-du-Gast , entrata gratuita, metro linea 2 fermata Ménilmontant

  • Maison de l’Air

Un museo sull’aria per conoscere gli strumenti del metereologo, la funzione delle nuvole, l’inquinamento, un museo diverso dal solito per imparare cose nuove! Al Parc de Belleville, 27 rue Piat, entrata gratuita, metro linea 11 fermata Pyrénées.

  • Salon de thé l’Emir

Per provare il vero narghilè dovete passare di qui! La nuova tendenza è qui, un caffè orientale che dall’arredamento alla musica vi trasporterà direttamente al Cairo. Place Maurice Chevalier, metro linea 2 fermata Ménilmontant

  • Le Baratin

Un wine bar subito diventato meta di artisti e d i una clientela decisamente trendy. In più è a due passi dal parco e dalla strada più animata di tutto il quartiere, aperto fino all’1 di notte! Al 3 Rue Jouye-Rouve, metro linea 11 fermata Pyrénées

 

  • Café Charbon

Un vecchio café-théâtre che è diventato il ritrovo più cool di questa zona, ad una certa ora diventa davvero chiassoso, ma i dj più in voga vengono qui e si fa festa fino alle 4 del mattino, insomma il bello è proprio questo! Al 109 rue Oberkampf, metro linea 3 fermta Rue Saint-Maur

  • Le Carillon

Un mix tra bobo, hipster e altri stili, insomma non cìè una definizione per questo bar ma sicuro è uno dei più frequentai del quartiere, di sera diventa un bar à jazz e i suoi aperitivi sono ottimi perciò c’è sempre fila ma ne vale la pena! Al 18 rue Alibert, metro linea 2 fermata Belleville.

Questi sono alcuni degli indirizzi più in voga, ma il modo migliore per scoprire questo quartiere alternativo è quello di passeggiare e soffermarsi anche nei tantissimi ateliers di artisti che lo popolano.

A Belleville la vie est en rose!


Seguitemi sulla FAN PAGE per rimanere sempre aggiornati e su INSTAGRAM per godervi le belle foto della mia vita parigina!

Una risposta a “Belleville: il quartiere alternativo di Parigi”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: