Cannabis Social Club: ecco come funzionano

Ecco come funzionano i “Cannabis Social Club” in Spagna (e dunque anche a Tenerife). Si tratta di circoli di consumatori e coltivatori di cannabis, per uso terapeutico e per uso ludico. Questi locali sono aperti, anche a Tenerife, e l’ingresso è riservato ai soci, tuttavia la sostanza in Spagna NON è legalizzata, ed essere trovati in possesso di marijuana, destinata all’uso personale, è un’infrazione sanzionata con multe, generalmente di 300/600€ ma l’importo può essere più alto in presenza di aggravanti. Il possesso di marijuana per strada è sanzionato: pertanto dopo aver acquistato la cannabis, se venite scoperti con la sostanza in tasca ve la sequestrano e vi fanno la multa.

La guida sotto effetto di marijuana

La guida sotto gli effetti della cannabis è un reato sanzionato duramente, ed i test antidroga non sono così infrequenti, specie durante il fine settimana. Non vengono fatti gli esami delle urine, ma il tampone ed eventualmente gli esami del sangue per stabilire se il soggetto sta guidando sotto l’effetto della sostanza.

A cura di Diario di Tenerife 

download

Una delle domande che spesso mi rivolgono amici, conoscenti o cybernauti che capitano sul blog riguarda la legislazione circa la cannabis. In Spagna da alcuni anni sono nati i “cannabis social club”, e ne sono sorti alcuni anche a Tenerife. Sono dei circoli di consumatori e coltivatori di cannabis, dove gli associati delegano al club di coltivare marijuana anche per il loro consumo personale, sia per un eventuale uso ludico che terapeutico.

Una legge paradossale

Nonostante la legge spagnola consenta questo tipo di club, i derivati della cannabis NON sono legalizzati, e anche il semplice possesso è sanzionato, con una multa. Proprio così: se dopo esservi riforniti di marijuana in un social club, mentre tornate a casa venite fermati dalla polizia e venite scoperti in possesso di marijuana, oltre a sequestrarvi il prodotto, sarete multati. E allora, vi chiederete, come devo fare se dal club voglio portare un po’ di marijuana a casa? Problemi vostri! La legge, pur paradossale, è questa.

Con i Cannabis social club la Spagna ha intrapreso la via della legalizzazione?

C’è chi sostiene che la via della liberalizzazione delle droghe leggere in Spagna ormai sia stata intrapresa, da quando viene tollerata la presenza dei cannabis social club, e certamente è vero, almeno in parte. Prima di arrivare ad una legge chiara e precisa, passeranno sicuramente alcuni anni. E nel frattempo,le autorità non rendono la vita facile ai social club della marijuana. I primi di Aprile di quest’anno la polizia ha disposto la chiusura di alcuni club. Nei confronti dei social club, spesso c’è intransigenza.

Controlli antidroga in Spagna ed a Tenerife

Controlli antidroga e alcool alla guida Mentre in Italia essere sottoposti a test antidroga ai posti di blocco è una possibilità piuttosto remota, in Spagna ed a Tenerife questo tipo di controlli sono più frequenti. Oltre agli etilometri (il limite per la concentrazione di alcool nel sangue è di 0.25, la metà che in Italia, quindi fate attenzione) le forze dell’ordine spagnole sono dotate di tamponi per il test immediato della saliva. In caso veniate trovati positivi, vi faranno il test del sangue, per stabilire se il consumo risale al giorno precedente, o a poco prima. I test antidroga non sono frequenti come quelli con etilometro, ma sono sicuramente più frequenti che in Italia.

Quantità per uso personale o per spaccio?

Mentre in Italia chi viene trovato con una quantità di sostanza poco superiore a quella necessaria per confezionare qualche spinello viene spesso accusato di spaccio, perché un quantitativo superiore a quello necessario per poche dosi, presume un’attività di spaccio, la Spagna in questo caso appare più garantista. Deve essere dimostrata l’attività di spaccio.

 

Anche in Italia i giudici negli ultimi anni hanno iniziato ad “ammorbidirsi” un po`, ma in Italia continuano ad aprirsi le porte del carcere anche a consumatori ritenuti spacciatori erroneamente.

Coltivazione di piante di cannabis

Anche se formalmente è vietato, le piccole coltivazioni domestiche sono molto diffuse in Spagna, ben oltre i social club. A Tenerife c`è chi coltiva sul balcone di casa 2-3 piante di cannabis, per uso personale. Le autorità generalmente non aprono procedimenti penali per le piccole coltivazioni, ma resta una pratica al di fuori dalla legalità.

 

Concludendo: Se proprio non potete fare a meno di usare queste sostanze, fatelo negli appositi cannabis social club, o in luoghi privati.

Diario di Tenerife

 

PS: per avere un’idea di come funzionano questi locali, vedi il servizio de “Le Iene”

Precedente Truffe expat: riceviamo una testimonianza Successivo Ti metti nei guai per imperizia? paga il salvataggio!

2 commenti su “Cannabis Social Club: ecco come funzionano

  1. cristian il said:

    Ciao.. piacere sono un ragazzo residente in Italia reggio calabria precisamente e sarei molto interessato a dare la mia collaborazione in un social club anche perché sono un consumatore abituale di cannabis e sono anche molto informato sulla questione mi sono fatto viaggetti tipo amsterdam ,Barcellona nei vostri club Praga ecc e siccome dove sto io non ce molto lavoro sono un ragazzo di 18 anni che lavora come aiutante parrucchiere , con i clienti ho molta esperienza ..ci terrei tanto a lavorare a Barcellona con voi anche per la qualità di vita che è diversa vi parlo con tutta sincerità mi adatto veloce hai lavori e sarei disposto a tutto fatemi sapere grazie mille scusate il disturbo :)…sarebbe il lavoro perfetto 🙂

  2. davide il said:

    salve, è possibile sapere se attualmente a tenerife esistono social club in vendita??
    grazie

I commenti sono chiusi.