Dingle e il fascino delle montagne

Il mito che si avvera

La penisola di Dingle si trova a Sud-Ovest del paese ed è facilmente raggiungibile da Cork (dove abito) in circa 2 ore e mezza di auto: ho visitato questo angolo remoto dell’isola domenica 17 novembre.

Faccio una premessa di fondo: immagino che vi sia già capitato di crearvi una specie di mito nella vostra mente, una rappresentazione “ideale” di un luogo geografico, o di una persona, in cui il vostro inconscio elabora fantasie che sperate vengano rispecchiate dalla realtà. Insomma, una specie di ideale “Platonico” di qualcosa o qualcuno.

Panorama durante il trekking
Panorama durante il trekking

 

Immaginazione e realtà

E…rimanete invece delusi quando l’idea che avete costruito dentro di voi viene smentita da una realtà che non è quella che immaginavate. Esempi banali, andate in una città che pensavate fosse magnifica e invece non vi piace per nulla, dopo averla visitata; o una persona che avete idealizzato come un/una potenziale partner, o amico/a del cuore, e invece dopo averla conosciuta meglio, siete rimasti delusi perché non c’è feeling, o vi risulta essere totalmente diversa da come la avevate immaginata.

Panorama di uno dei piccoli laghi durante la salita
Panorama di uno dei piccoli laghi durante la salita
Un amico mi ha accompagnato in questo magico tour: Nicola, guida professionista di montagna, Evitare di andare da soli se non siete proprio esperti, è sempre consigliato.

La generazione della Magia

Ho sperimentato l’opposto proprio domenica scorsa, durante un trekking a “Mount Brandon”. Infatti, questo luogo mi ha fatto conoscere l’Irlanda che ho sempre immaginato. O meglio, che la mia mente  ha sempre rappresentato come un luogo incantato, perso nella sua natura malinconica ma affascinante, folgorante ai sensi, elettrizzante per la immacolata bellezza dei suoi colori. (Eh no, non sono i numerosi centri commerciali che si trovano a Dublino, come a Cork e Galway, o altrove, che cominiciano, prematuramente, ad essere bombardati dalle mille luci natalizie…).
Ritengo che quando immaginazione e realtà si incrociano, inizii la magia.

Le luci dorate illuminano la baia su Dingle Peninsula
Le luci dorate illuminano la baia a Dingle Peninsula

LEGGI ANCHE: L’ATMOSFERA SOGNANTE DELLA CAMPAGNA IRLANDESE

Cork, Dingle, Kerry e l’Irlanda: to be continued

Concludo dicendo che la mia magia personale non finirà domenica: le montagne, le colline e le scogliere d’Irlanda mi aspettano al più presto: mi chiamano a loro. Perchè la magia, una volta conosciuta, non  si abbandona più.

Panorama dalla vetta sul lato nord della costa
Panorama dalla vetta sul lato nord della costa

 

Sempre dalla vetta, il gioco di luci crea un incantesimo immortale. Quando salire ne vale veramente la pena

Se siete interessati a visitare questo luogo incantato, vi suggerisco di consultare questo link che spiega bene il percorso di trekking.

Se vi interessa fare trekking con una guida in Irlanda, o in giro per il mondo (Italia inclusa), provate a visitare questo sito della guida internazionale che mi ha accompagnato con il suo relativo programma.

 

Come sempre , se avete qualche domanda, curiosità o richiesta di informazioni su Dublino, Cork, o l’Irlanda in generale, scrivetemi qui un commento o mandatemi un messaggio privato alla email di Irlanda visionaria.

 

Precedente Slane Castle, County Meath (8/6/2019): il concerto dei Metallica

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.