Meglio Tenerife sud o nord? Ecco quali sono le principali differenze

 

Quando si tratta di fare le vacanze, salvo esigenze o gusti particolari, il consiglio è di andare a sud, che sicuramente offre molto di più al turista rispetto al nord, al quale è possibile dedicare qualche giorno pur soggiornando al sud, in quanto le distanze non sono proibitive. La zona turistica per eccellenza è la fascia di costa che va da Los Cristianos a Los Gigantes. E’ qui che si concentrano la maggioranza delle strutture ricettive, specialmente quelle quattro e cinque stelle. Quando si tratta di scegliere dove insediarsi per vivere invece il discorso cambia, anche se la maggioranza assoluta (almeno 8 su 10) di chi si trasferisce sceglie ugualmente il più caldo sud.

Qual è il nord e qual è il sud

Quando si parla del “sud” di Tenerife la maggioranza degli italiani pensa esclusivamente alla parte bassa di Tenerife, da Adeje ad Arico. Nella considerazione di molti italiani Candelaria è già nord, mentre invece corrisponde al sud. La vera suddivisione di Tenerife è quella dell’immagine che vi proponiamo di seguito, e oltre al sud e al nord c’è la zona metropolitana della capitale Santa Cruz.

Immagine da isladetenerifevivela.com

Le differenze tra nord e sud

Premesso che le zone del sud non sono tutte uguali, e che lo stesso vale per il nord (non si può paragonare Los Cristianos a Fasnia a sud oppure Puerto de la Cruz con Los Silos al nord) vediamo quali sono i punti di forza e quelli a sfavore del nord e del sud.

  • Il sud è più turistico, più “movimentato”: nel nord l’unico centro turistico rilevante è Puerto. E questo può essere considerato un punto a favore o a sfavore in base ai gusti di una persona.
  • Il sud ha un clima decisamente migliore: nel nord le temperature sono più basse ed i giorni di pioggia più numerosi che al sud.
  • Al nord generalmente il costo della vita è più basso, ad eccezione di Puerto de la Cruz.
  • Al nord il prezzo degli affitti è più basso. La zona di Los Silos attualmente è tra quelle con i canoni di affitto più bassi di tutta l’isola.
  • Santa Cruz è una città piuttosto grande, con 220mila abitanti, ai quali si sommano gli oltre 100mila della vicina La Laguna. Al sud non ci sono grandi città, quelle più abitate si fermano a poco più di 30mila abitanti. Lo stile di vita è dunque notevolmente differente.
  • Entrambi le zone sono dotate di aeroporto. Il nord è collegato meglio con la penisola e con le altre isole, mentre il sud ha più voli turistici.
  • L’università di Tenerife è al nord.
  • Il porto principale è a Santa Cruz, da dove partono i traghetti per la Spagna e per le altre isole Canarie. Dal porto di Los Cristianos si può raggiungere solo le isole minori.
  • Alcuni uffici sono presenti solo a Santa Cruz – per esempio la DGT (dirección general de tráfico) ovvero la motorizzazione civile spagnola.
  • Il sud offre numerosi posti di lavoro nel settore ricettivo: chi intende lavorare in bar, ristoranti e alberghi è quasi obbligato a scegliere il sud, ad eccezione di Puerto de la Cruz, che comunque rispetto all’ampia zona turistica del sud è limitato.

Precedente Italia, Salvini dichiara guerra ai negozi della 'canapa light' Successivo Coalición Canaria ha incontrato la comunità italiana del sud di Tenerife