Crea sito

Trasferirsi a Tenerife e rinascere con 850 euro al mese!

Trasferirsi a Tenerife: riceviamo su Facebook e pubblichiamo questa bellissima e toccante testimonianza di un giovane connazionale che ha ritrovato sé stesso a Tenerife. Una testimonianza di vita reale molto bella e intensa. Leggendola, ho provato gli stati d’animo che volevi esprimere. Grazie.

Diario di Tenerife

Trasferirsi a Tenerife e rinascere: La testimonianza di un giovane connazionale

Ciao. Ti mando la mia storia che credo può essere utile ad altri nostri connazionali per uscire dall’oblio e prendere in mano la propria vita. Se la vuoi pubblicare, vedi tu. Non mettere il mio nome e cognome però per favore. Mi sono trasferito a Tenerife, a Las Galletas da 10 mesi e qua sono rinato, sono uscito da una depressione che non sapevo di avere ma che dopo ho capito che l’avevo eccome. Ho 31 anni, e sono laureato in lingue, ma non in spagnolo però, perché mai avrei creduto di ritrovarmi in Spagna, avevo tutti altri progetti.

Trovare lavoro in Italia: mission impossible!

Mi sono laureato nel 2008 dopo anni intensi di studio, ho fatto diversi soggiorni all’estero e ho perfezionato abbastanza le lingue che ho studiato, ma la laurea mi è servita per lavorare a qualche fiera sotto pagato e basta. Per il resto non ho trovato niente e ho anche cercato in diverse parti di Italia. Ho mandato curriculum, ho fatto l’iscrizione ai siti come job rapido, ho fatto tutto e via via trovavo qualche lavoretto a bar, pizzerie, ho lavorato in qua e in la, facendo anche traslochi e l’imbianchino ma sempre lavoretti o stagionali, o a chiamata senza contratto, giusto per pagare i vizi e poco più. Vivevo in casa con i miei in Italia, vivevo bene o male sulle spalle loro, usavo la loro auto, mangiavo e stavo a casa senza mettere un euro per le spese e via via ho anche chiesto soldi a casa, nei periodi più neri, senza lavoro, disoccupazione, nulla. Il fondo lo ho toccato quando mi sono anche lasciato con la morosa, e mi sono chiuso sempre di più in me, senza voglia di fare nulla, mi alzavo la mattina e mi mettevo su facebook, leggevo, uscivo con amici, una vita priva di emozioni, non solo positive ma nemmeno negative, una vita amorfa, avevo perso la vitalità come un vecchio rassegnato, ma quando lo vivevo sulla mia pelle non lo capivo in quel momento là, lo ho capito quando sono tornato a vivere. A vivere davvero.

Perché proprio Tenerife?

I miei genitori sono stati a Tenerife in vacanza da amici di famiglia e sono rimasti impressionati da quanti italiani ci sono sulla isla, e anche se hanno capito anche loro che non è che uno va a Tenerife e trova lavoro subito con facilità, mi hanno spronato ad andare un mese la, ospitato da questi amici che hanno casa a Los Cristianos ed i quali devo molto, mi hanno accolto nella loro casa e aiutato per tutto. All’inizio non volevo andare, dicevo che non faceva per me, che io sono abituato alla città, che sapevo che anche là gli stipendi erano bassi, e a quel punto dissi che nel caso me ne tornavo nel nord Europa se dovevo andare da qualche parte. Alla fine mi hanno convinto e sono partito senza entusiasmi.

Mi sono stabilito a Los Cristianos e ho trovato lavoro a Playa de Las Americas

Sono arrivato a Los Cristianos e non è che mi facesse impazzire il posto, bello magari per le vacanze dicevo ma mica per vivere qua. Alla fine dopo una settimana comunque mi sono messo a cercare lavoro, e quando avevo perso ogni speranza dopo 3 settimane, mancava una settimana al biglietto di ritorno già comprato, grazie a degli amici delle persone che mi hanno ospitato ho trovato a Playa Las America! Lavoravo come cameriere ai tavoli e un po’ come PR per invitare gente al locale: e anche se non parlavo lo spagnolo quasi per nulla, mi hanno preso per la conoscenza di italiano, tedesco e inglese molto buona, e me la cavo bene anche con il francese! Ora non lavoro più la, anche se lavoro ancora oggi come cameriere e ho un contratto fisso. I primi periodi è stata dura che non conoscevo nessuno, gli amici che mi hanno accolto sono sulla sessantina e sono persone stupende a cui voglio bene come parenti ma non coetanei. Piano piano però ho creato un giro di amici, pratico sport ed escursioni, andiamo in qualche localetto a provarci con le inglesine e le tedeschine 😀 andiamo al mare e mi è tornata la voglia di vivere, sono tornato sorridente e felice, e mi mordo le mani di non aver fatto prima questo passo!

Il mio stipendio a Tenerife

Come me la passo economicamente? Allora guadagno 800 euro al mese per lavorare alla fine poco meno di 10 ore, sei giorni su sette. Con le mance però si arriva a 1100-1200 e nei mesi di punta anche di più!  E’ un bell’impegno lavorativo, ma ci sto bene a lavoro, perché si lavora con calma, serenità, un clima disteso tra i proprietari ed i tre dipendenti, scherzando tra noi e parlando con la gente. Non c’è da fare le corse, a parte all’ora di pranzo un po’ di più. E comunque facciamo orari che mi c’entra sempre andare o al mare la mattina, oppure nei locali ed in giro la sera a seconda del turno. Come casa la prima sistemazione che trovai fu una stanza in casa condivisa a Los Cristianos per 250€ al mese. Ora con 300 euro ho un monolocale di 35 metri + 15 di terrazza spese incluse. Mangio al ristorante sia a pranzo che a cena, quindi non ho altre spese fisse a parte il cellulare, spendo 15 euro al mese e chiamo anche in Italia, ho 13 ore di chiamate, e quando usciamo per fare vita sociale spendiamo comunque poco: una pinta di birra non costa mai più di 1.50€ a volte anche 1€ i locali spesso mettono il prezzo basso per attirare. Un qualsiasi cocktail non più di tre euro, e comunque non è che esci tutte le sere. Personalmente, mi c’entra anche risparmiare diversi soldini, e non mi faccio mancare niente! Ho anche una piccola auto… 260 euro all’anno di assicurazione, benzina 1 euro al litro, i parcheggi sono tutti gratuiti… mantenerla non è un salasso come in Italia! Alla fine penso che se abitassi in Italia e guadagnassi 2.000 euro al mese, che non te li da nessuno, non starei bene come sto bene qua, e comunque visti i prezzi degli affitti in Italia e della vita, tasse, etc. avere 1.000 euro qua equivale ad averne 1600 almeno in Italia… poi non spendi per il riscaldamento, per i vestiti sei sempre in t shirt e calzoni corti, etc. non c’è paragone!!! Ragazzi se avete la possibilità di andare all’estero fatelo… fatevi coraggio e partite, anche da soli, superati gli scogli iniziali potrete farvi una vita che ormai in Italia ci impediscono di fare!!! Ve lo dico di cuore!!! 

Lettera firmata 

Se volete mandarci la Vostra testimonianza di expat, non necessariamente a Tenerife, potete farlo sulla pagina Facebook “Diario di Tenerife“. Saranno pubblicati solo i contenuti “originali” non ripresi o pubblicati da altri blog.

19 Risposte a “Trasferirsi a Tenerife e rinascere con 850 euro al mese!”

  1. Quello che non capisco è cosa c’entra sottolineare di essere eterosessuale a dritta è a mancina con l’invogliare a emigrare a Tenerife!

    1. Rick, non ha sottolineato il fatto di essere etero…triste che lo sottolinei tu! Chi è in depressione neanche ci prova con le ragazze, è un modo per far capire che tornava a vivere, peccato tu non lo abbia capito!

      1. Anto sono un padre di famiglia di 46 anni che per la politica italiana sono ormai da buttare. Volevo chiederti per una persona che ha veramente voglia di lavorare e di ricominciare da zero c’è possibilità alle canarie di trovare un lavoro anche senza una competenza specifica? Ti ringrazio in anticipo per un eventuale risposta

  2. Lettera scritta in un italiano davvero mediocre per una persona normale, figurarsi per un “laureato in lingue”. Non mi meraviglia che non trovasse lavoro in Italia

    1. Federica, facile sempre criticare gli altri….. storia vera o meno…. se vera intanto lui ha provato ad andare, se non lo fosse ….pazienza, ma prima di “parlare” (anche io ho notato gli errori, ma certe affermazioni le tengo per me) pensa… a volte meglio contare fino a 10…. e ripeto…..lui ha tentato e tu?

    2. Pensi a quanto è mediocre la sua esistenza per sentire la necessità di fare questa stupida critica. Le italiote acide ed ignoranti come lei (ha scritto di essere laureato in lingue non in lettere) sono uno dei tanti motivi per cui vale la pena lasciare l’Italia.

  3. QUESTO RAGAZZO HA FATTO BENE A EMIGRARE ANCHE PERCHÉ IN ITALIA NON CI SONO PIÙ GARANZIE PER IL LAVORO E LA SITUAZIONE POLITICO SOCIALE E VERAMENTE DEPRIMENTE , IL POTERE DI SCQUISTO ALLE CANARIE E 4 VOLTE SUPERIORE ALL’ITALIA … QUINDI HAI LA POSSIBILITÀ SU UNO STIPENDIO MEDIO DI 2000 EURO DI METTERNE DA PARTE 1000 MENTRE IN ITALIA LA GRANDE DISTRIBUZIONE TI MANGIA TUTTO IL RESTO DELLO STIPENDIO PER POTER MANGIARE … INSOMMA IN ITALIA FRA TASSE BANCHE AFFITTO , COSTO DELLA VITA ALTISSIMO PER POTER FAR INGRASSARE I PORCI DELLE MULTINAZIONALI CHE FRA L’ALTRO NON PAGANO NEANCHE LE TASSE PER IL REGIME FISCALE SUPER AGEVOLATO … IKEA IN ITALIA PAGA IL 3,5 DI TASSE SUL SUO ESORBITANTE FATTURATO !!!

    INSOMMA IN ITALIA TI LEVANO TUTTI I SOLDI E ANCHE I TUOI DIRITTTI … C’È SOLO DA SCAPPARE

    1. Assolutamente si! L’unico modo pacifico che abbiamo per sottrarre ai politici e a tutto “l’indotto parassitario” la possibilità di succhiarci la vita..è quello di andar via. Quando saranno rimasti in Italia solo anziani e immigrati… spero che i parassiti inizino a divorarsi tra loro. Lascio un contratto a tempo indeterminato perchè malgrado lo stipendio fisso non arrivo più a provvedere alla mia famiglia e non posso neanche lavorare 23 ore su 24…da morta non servo a nessuno. Se questa è una Nazione civile….voglio essere incivile e serena…altrove!

  4. Sei un grande spero davvero di poter un giorno scrivere un articolo come il tuo perché è il mio sogno … Qua ormai è uno schifo e tutto è infattibile … Son contento per te e tutti quelli che son riusciti a trovare la loro stada per passare una vita serena e felice ! Mi hai dato ancora più ispirazione per realizzare i miei progetti ! Buona fortuna per tutto !!

  5. Hai fatto benissimo!
    Sono contenta che ti sia liberato delle zavorre che troppo spesso ci mettono in Italia!

  6. Sono pensionata Enpals con cisrca 900 E mensili. Non ho particolari esigenze: solo SOLE E MARE.Mi potete aiutare anche a trovare un piccolo aappartamento ammobiliato vicino al mare? Grazie di cuore.

  7. Salve – prima che iniziate a criticare il mio italiano. sono figlio di una italiana e di uno spagnolo – ma nato in svizzera – cos¡ il mio italiano l´ho imparato a casa!
    allora – io vivo su quest isola da 4 mesi anche per trovare un lavoro e devo dire quanto sento gli italiani che vivono qui raccontano anche delle ba… ! perche inanzitutto avendo vissuto anche in spagna, svizzera ed altri paesi – tenerife e anche le altre isole non sono un gran che. la gente non e mica tanto simpatico solo fino a quando tu come cliente gli potrai essere utile altrimenti sono molto basso di intelligenza emozionale, gridono, urlano e tanti non hanno alcuna cultura. poi non parliamo del cibo. pessimo! verdura e frutta sia al supermercato che ai mercati la maggior parte marcia e schifosa! per trovare del insalata – trovi sempre la solita e poi cara e marcia! ristorante – beh ce a chi piace la cucina canaria – ma dobbiamo essere sinceri. la cucina italiana e la migliore! poi non credete le persone – sopratutto agli italiani qui- che con 1000€ fanno a vivere. non ci credo. che mangiano? e poi avranno sicuramente piu di 1000€ e appartamenti propri e delle pensioni d´oro. ma guardate bene gli italiani che vivono qui- che tipi sono? la maggior parte sono coloro che secondo me non hanno ne cultura ne niente, tutto fumo e niente arrosto. sono i soliti cafoni, romani, napoletani – che poi magari continuano a fare i loro lavoretti che facevano gia in italia. sara quello che sara l´italia ma almeno abbiamo cultura e storia ( anche se ovviamente ultimamente sta andanda tutto a ramengo… per colpa di tutta sta gente cattiva e arrogante che arriva…) si la politica ha colpa – ma anche il cittadino perche e menefregista da tanti decenni ormai. una cosa poi – e sempre facile dire qui e tutto di oro – ovviamente se poi sento sempre che chiedono sempre una mano da tutti e tutto – e avendo magari delle “conoscenze” continuano a fare lo stesso che facevano in italia…
    per coloro che piace questo tipo di vita con questo tipo di gente – bene e auguri. ma ho voluto soltanto sottolineare anche il fatto che non e sempre tutto oro che lucica.

    1. Caro Carlo, sei un ignorante senza offesa naturalmente, a Tenerife si vive bene e non solo in riva al mare, la delinquenza è quasi nulla il clima è stupendo il cibo : visto che parli di cibo, io che abito vicinissima alla Svizzera e lavorato presso famiglie svizzere, ti posso assicurare che se non era per il cibo che cucinavo io, loro non sanno proprio fare da mangiare e nei ristoranti non si mangia proprio per niente bene per non dire i costi molto alti. parlo per esperienza a favore di Tenerife che vado spesso e sempre volentieri, e anche se ho 70anni, sto considerando di abbandonare questa Italia che di Italia ora ha molto ma molto poco.

  8. ad ottobre io e il mio ragazzo ci trasferiamo a tenerife …con un po di disoccupazione che avremo entrambi vivremo all inizio fin quando non troveremo una sistemazione lavorativa.avevo pensato di trovare una stanz anella zona sud e dopo un mesetto due fittare una casa tt nostra se stare li ci piace 🙂 non vedo l ora di provare quest avventura!

  9. Ciao….sn in Italia e mi sembra di vivere la tua stessa storia; una coppia di amici di famiglia,stati alle Tenerife in vacanza mi hanno consigliato di andare a cercare la mia fortuna lavorativa là.essendo single e senza conoscenze mi domandavo se potresti darmi delle dritte e soprattutto ti volevo chiedere se prendere affitto lì comporta pagare anche deposito!?spero di risentire da te.grazie

  10. mi chiedo se con 900 euro al mese è realmente possibile vivere bene alle Canarie anche pagando l’affitto o è solo uno specchietto per le allodole

    1. Ciao. Vivere bene parola grossa con 900 euro ma sicuramente meglio che in Italia ci vivi, questo sicuro

I commenti sono chiusi.