Diamo un nome all’orso polare del Tierpark

Sono passati già 10 anni dalla nascita dell’orso Knut e sei dalla sua tragica morte. Morte che scosse tutta Berlino e le migliaia di visitatori dello Zoologischer Garten. Gli orsi a Berlino sono particolarmente amati. Simbolo della città, l’animale è anche nello stemma cittadino. Un simbolo importante e caratterizzante al pari di Ampelmann, del currywurst e della Torre della Televisione. Per questo quando lo scorso 3 novembre mamma Tonja ha messo al mondo due cuccioli presso il Tierpark (lo zoo di Berlino Est, quello meno famoso), Berlino ha re-iniziato a sognare. Uno dei due purtroppo è morto dopo pochi giorni dalla nascita. Tutte le speranze dello zoo e della città si sono dunque concentrate sul cucciolo rimasto in vita.

Una foto pubblicata da @tierparkberlin in data:

Nel corso di questi due mesi il team dello zoo ha continuato a spiarne la crescita e lo sviluppo attraverso le telecamere installate nella tana. Solo ieri la prima visita, i primi vaccini, l’installazione del chip e … la scoperta del sesso. Abbiamo un maschietto. Dieci anni dopo Knut Berlino può vantare un nuovo cucciolo di orso polare. A differenza dello sfortunato predecessore, l’orso polare del Tierpark non è stato abbandonato alla nascita e non sta crescendo in cattività. Mamma Tonja non lo lascia solo un secondo, così come papà Wolodja.

Una foto pubblicata da @tierparkberlin in data:

Per poter ammirare il piccolo dovremo aspettare marzo, quando gli orsi polari usciranno dalla loro tana per rimostrarsi in pubblico. Questi giorni solo papà Wolodja ha messo il naso fuori dalla tana per godersi le forti nevicate ed il clima finalmente degno dell’inverno. Nel frattempo che l’orso polare del Tierpark cresca e possa essere presentato al pubblico, bisogna trovargli un nome. Ed è per questo che si sono mossi il Berliner Zeitung, il Berliner Kurier e Radio Berlin 88,8. Se anche voi volete suggerire un nome, potete farlo mandando una mail ad uno di questi indirizzi: studio@radioberlin.de, eisbaer@berliner-zeitung.de oppure eisbaer@berliner-kurier.de.

Se l’articolo ti è piaciuto metti “mi piace” alla nostra Pagina Facebook e condividilo con i tuoi amici! Trovi Berlino Caput Mundi anche su Instagram.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.