Kastanienallee: la via più trendy di Berlino

Se c’è una via a cui sono particolarmente legato in città, questa non può che essere la Kastanienallee. Sono passati ormai sette anni dalla prima volta che ci sono passato. Erano i tempi post-laurea. Quel periodo spensierato in cui decisi di venire a testare la vita a Berlino con un corso di tedesco intensivo di tre mesi. E la scuola era proprio sulla Kastanienallee. Quell’estate ho imparato a conoscerne ogni negozio, ogni bottega, ogni aiuola. Ancora oggi il viale dei castani (come diremmo all’italiana) è una delle vie più belle e vive di Berlino.

Siamo a Prenzlauerberg, a pochi passi dal Kollowitzkiez. Dopo la caduta del Muro la Kastanienallee divenne un luogo molto amato dagli artisti, dagli squatter e dagli squattrinati. La presenza di molti palazzi abbandonati lasciava spazio a sufficienza per tutti quelli che già vedevano in Berlino la terra promessa, la land of opportunity dove ogni sogno è realizzabile.

Con il passare del tempo questa zona diventa molto popolare (forse troppo) ed iniziano le prime opere di “bonifica”. Vengono ristrutturati i palazzi, iniziano a fioccare i primi café, i primi ristoranti, le prime botteghe. E con il tempo arrivano le boutique. Arrivano i soldi, la gentrification e la Kastanienallee diventa nel gergo popolare la Castingallee. Il nome le viene affibbiato per l’alta presenta di modelle/i, attori/attrici, registi, musicisti che la vivono. Molti semplicemente si siedono sul tavolino di un bar in attesa di essere notati e scritturati per un film, una comparsata, uno shooting.

A photo posted by Ellen Peeters (@ellymcbelly) on

La Kastanienallee però è un viale a disposizione di tutti. Ed è particolarmente amato da giovani e turisti, che vengono qui per fare windows shopping, per visitare qualche boutique o semplicemente per ammirare la bellezza delle facciate dei palazzi.

Un altro motivo importante per visitare la Kastanienallee è la ricca proposta culinaria. Qui potete trovare la cucina tipica tedesca del Prater (http://www.pratergarten.de), il più antico biergarten di Berlino, le prelibatezze libanesi di Babel, la cucina vegetariana di W-Der Imbiss (http://www.w-derimbiss.de), gli hambuger di Schiller Burger (http://www.schillerburger.com/), gli hotdog danesi di Hot-Dog World ed il famoso currywurst di Konoppke’s (http://www.konnopke-imbiss.de).

Mettetevi quindi il vestito più trendy che avete e fate un salto sulla Kastanienallee. Chissà, magari un giorno vi vedremo in tv. Chi può saperlo?

Se l’articolo ti è piaciuto metti “mi piace” alla nostra Pagina Facebook e condividilo con i tuoi amici! Trovi Berlino Caput Mundi anche su Instagram.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.