Il quartiere bavarese di Berlino

Il comune di Schöneberg fu il primo tra i nove comuni intorno a Berlino a ricevere lo status di città. Era il 1 aprile 1898 e fino alla creazione della Grande Berlino nel 1920 rimase città indipendente. Proprio qui sorse il Bayerisches Viertel, il quartiere bavarese di Berlino, che deve il nome al Regno di Baviera. Al Regno del Principe reggente Luitpold vennero dedicate piazze e strade nonostante i rapporti tra Prussia e Baviera fossero abbastanza freddi già all’epoca, per via di divergenze politiche e religiose. Il “quartiere bavarese” che qui nacque era un quartiere residenziale fatto di case eleganti ed appartamenti di lusso.

Un post condiviso da karl g. (@karlomueller) in data:

Facciate eleganti, appartamenti grandi fino a 250 m² con sale di ricevimento, giardini, aree verdi decorative dominavano la scena nel quartiere bavarese di Berlino. Numerose strade hanno ricevuto i nomi delle città bavaresi: Landshuter Strasse, Bamberger Strasse, Regensburger Strasse e via dicendo. La progettazione delle case fu fatta da architetti ispirati dallo stile rinascimentale della Germania meridionale, chiamato Alt-Nürnberger Bauweise. Gli edifici erano decorati con torrette, timpani a gradini e finestre a traliccio.

Un post condiviso da @l_ignota in data:

Un post condiviso da David Pizzo (@therealpizzo) in data:

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Le differenze tra Monaco e Berlino

Un post condiviso da Beatrix Reißig (@beatrixreissig) in data:

Nel 1910, dodici anni dopo lo status di città, nel quartiere bavarese di Schöneberg venne inaugurata una linea metropolitana, la seconda della Germania. Parlo dell’attuale U4, quella linea metro cortissima che collega Innsbrucker Platz a Nollendorfplatz, passando per Luise-Viktoria-Platz e la Bayerischer Platz, la piazza che rappresenta proprio il cuore del quartiere bavarese.

Un post condiviso da Franzi 🖤 (@franzi.1412) in data:

Già all’epoca della loro inaugurazione le fermate metro, così come le piazze sovrastanti, erano riccamente decorate e le aree verdi ben curate. Il quartiere bavarese divenne ben presto uno dei preferiti della comunità ebraica di Berlino, molti scienziati e persone famose si stabilirono qui, tra cui un certo Albert Einstein. Nel 1909 venne inaugurata nella Münchener Straße una Sinagoga Ortodossa, demolita poi nel 1956 a causa dei danni ricevuti durante la Kristallnacht e la Seconda Guerra Mondiale.

Un post condiviso da Hauke Fehlberg (@hauke240159) in data:

Un post condiviso da Christof Biggeleben (@chbigge) in data:

Oggi il quartiere ha perso un po’ del suo charme di inizio ‘900. La ricostruzione nel dopoguerra ha preferito demolire gli altbau e concentrarsi sulla costruzione di nuove palazzine di 4 piani. Resta il fatto che il quartiere bavarese di Berlino è ancora oggi uno dei più carini in cui passeggiare, per scoprire il passato della città che tanto ci piace.

Se l’articolo ti è piaciuto metti “mi piace” alla nostra Pagina Facebook e condividilo con i tuoi amici! Trovi Berlino Caput Mundi anche su Instagram.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.