Truffe, truffe e ancora truffe: vediamo di prevenirne qualcuna

In questi quattro anni e mezzo di attività ci siamo impegnati per informare e sensibilizzare circa il tema delle truffe, spiegando il modus operandi dei truffatori e dispensando consigli per evitare di caderne vittima. Gli expat sono una categoria che viene presa particolarmente di mira, poiché trasferirsi all’estero ci rende più vulnerabili. Le persone hanno bisogno di casa, di informazioni e di servizi, terreno fertile per ladruncoli che vogliono spillare soldi. Inoltre la lontananza da casa e la mancanza di punti di riferimento rende le persone più propense a cercare nuove amicizie e concedere fiducia a chi si presenta come “amico” in grado di risolvere problemi e alleviare le preoccupazioni dovute al trasloco internazionale.
La maggioranza delle truffe riguardano espatriati, ma sono frequenti anche frodi a turisti che affittano incautamente online case per le vacanze, attratti da prezzi molto vantaggiosi. Se dovete affittare una casa per le vacanze, rivolgetevi ad una agenzia degna di fiducia, o meglio ancora affittatevela da soli tramite un sito come Airbnb che offre assolute garanzie di serietà. Diffidate invece di annunci pubblicati sulle reti sociali (vengono utilizzati profili falsi) e su quei siti di annunci dove chiunque può pubblicare un annuncio senza alcuna verifica. Quest’ultimi siti vanno bene solo se servono per stabilire il contatto e incontrarsi dal vivo. Mai mandare soldi al buio.

Il nostro impegno contro le truffe

Abbiamo redatto diversi articoli, che vi ripropongo di seguito, e abbiamo interloquito con decine e decine di persone che ci hanno contattato via email o con messaggi sulla pagina Facebook. In diversi casi siamo riusciti a prevenirle o sventarle, ma più spesso chi si rivolge a noi lo fa per raccontarci di essere stato truffato. A quel punto c’è poco da fare, non possiamo che limitarci a dare qualche consiglio e apprendere fatti e modus operandi per informare affinché le truffe siano identificate come tali dalle potenziali vittime.

Un nuovo caso

Anche oggi ci hanno riferito un caso di truffa. In attesa degli sviluppi del caso, in seguito non mancheremo di riportarne i dettagli, per evitare ad altri di cadere in “trappole” simili. Cogliamo l’occasione per ribadire l’invito a quanti abbiano subito truffe di segnalarcelo, così come chi sente “puzza di bruciato” può chiederci consigli preferibilmente prima che la frode sia finalizzata. Spesso infatti le vittime delle truffe hanno ‘sentore’ che potrebbe trattarsi di una frode, ma anche con questo dubbio decidono di fidarsi. Ebbene se avete il dubbio, potete contattarci e vi aiuteremo a valutare la situazione.
Trova lavoro a Tenerife sul web: arriva sull’isola e scopre di essere stato truffato…
Pubblicato 15/04/2019
 
Occhio alle truffe: mai affittare casa ‘al buio’
Pubblicato 04/02/2019
 
Expat, attenzione alle truffe: ecco le ultime segnalazioni ricevute
Pubblicato 22/06/2017
 
Ecco come agiscono i ladri di galline in cerca di polli da spennare…
Pubblicato 21/03/2017
 
Truffe expat: vuoi espatriare? Ecco la guida per non farti fregare!
Pubblicato 17/02/2017
 
La classica truffa degli annunci di lavoro all’estero: come funziona
Pubblicato 31/01/2017
 
10 consigli importanti per chi sta meditando di cercare fortuna all’estero!
Pubblicato 15/05/2015
 
Truffe expat: riceviamo una testimonianza
 
Truffe: Vuoi trasferirti all’estero? Attenzione…
Precedente Fate molta attenzione ai passaggi pedonali: date sempre la precedenza al pedone Successivo Diario di Tenerife supera quota 100.000 iscritti su Facebook!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.