Crea sito

Sermoneta: la storia, il borgo e il castello Caetani

TEMPO DI LETTURA: 4 minuti

Siete pronti a fare un salto indietro nel tempo ed a sognare cavalieri erranti, singolar tenzoni e giochi di spade?

Sermoneta (in Provincia di Latina) è un borgo medioevale miracolosamente ben conservato, con  una vista privilegiata sulla Pianura Pontina.

Dalla sua postazione sopraelevata lo sguardo arrriva fino al mare dopo aver corso km e km sul verde piatto della pianura che, meno di un secolo fa, era palude.

Il belvedere del castello o le feritoie delle mura di cinta di Sermoneta, ancora perfettamente intatte, sono l’osservatorio perfetto per godersi la vista, magari dopo aver mangiato deliziosamente in uno dei numerosi ristoranti del paese.

Sermoneta: il borgo

Il borgo di Sermoneta ha una storia affascinante. Nel Medioevo, dall’alto della montagna, era al riparo dall’aria insalubre della palude Pontina ed una famiglia importante vi costruì un castello poderoso. Quel castello fu per molti secoli un’oasi di cultura e pace nel Basso Lazio.

Il destino del piccolo borgo, legato a filo stretto con quello del castello, è stato segnato dalle vicende della fortezza e dagli intrighi di potere che gli hanno cambiato sorti e proprietari.

Oggi Sermoneta è uno dei borghi più belli della provincia di Latina, tenuto benissimo e con sfiziose  proposte per mangiare, nonché una ricchissima agenda di concerti (di qualità) in estate.

Castello di Sermoneta

Il Castello Caetani, imponente fortezza completamente integra, è visitabile sia all’esterno che all’interno e, in estate, ospita eventi e concerti (durante l’emergenza COVID19 è visitabile solo all’esterno).

La visita guidata al castello permette di scoprire le stanze affrescate (probabilmente da un allievo del Pinturicchio), le immense scuderie e la piazza d’armi, in un tuffo profondo nella storia e nell’arte e nella leggenda (durante l’emergenza COVID19 sono disponibili solo visite libere ed individuali).

sermoneta cosa vedere

Dal ‘300 in il castello di Sermoneta fu proprietà della famiglia Caetani che ne fece un feudo illuminato.

sermoneta

In una sala del castello sono custoditi gli affreschi che i Caetani salvarono dalla città perduta di Ninfa antica, grazie ad una tecnica e ad un intento che all’epoca era più che avanguardistico (qui trovate le info per visitare lo splendido giardino di Ninfa costruito, sempre dai Caetani, sulle rovine della città omonima e vicinissimo al borgo di Sermoneta).

La Storia di Sermoneta

Dopo la caduta dell’Impero Romano, con l’allargarsi della palude Pontina, la via Appia fu abbandonata in favore della via Pedemontana che passava sulle montagne, a Sermoneta, appena sopra alla città antica di Ninfa. I Caetani, grazie al castello di Sermoneta, controllavano la strada e la dogana (che si trovava nella località che oggi si chiama Doganella) e garantivano un passaggio sicuro da Roma a Napoli.

Quando Alessandro Borgia fu nominato Papa scomunicò i Caetani e confiscò i loro possedimenti, compreso il castello di Sermoneta che trasformò in una ruvida fortezza difensiva. Il popolo, da sempre fedele ai Caetani, li aiutò per quel che poté a tornare padroni del borgo e del castello.

Curiosità: nelle stalle di castello Caetani sono state girate alcune scene del film “Non ci resta che piangere”.

Orari del Castello di Sermoneta

ll castello di Sermoneta è aperto a giugno solo il sabato, la domenica e il 29 giugno. A luglio ed agosto 2020 è aperto tutti i giorni escluso il giovedì.

La visita libera e individuale, durante l’emergenza Nuovo Coronavirus permette di visitare solo gli spazi all’aperto indossando mascherina e mantenendo la distanza sociale di 1,5 metri. I guanti monouso sono obbligatori nelle zone comuni come la biglietteria e l’ingresso.

Aggiornato il

Pubblicato da Sara

Dal 2015 scrivo del Circeo e dei posti più belli della Provincia di Latina. Vado in canoa, adoro la bicicletta e il trekking. Se volete innamorarvi del Circeo e dell'intera zona dell'Agro Pontino vi accompagno alla scoperta di posti segreti, di storie curiose e miti antichi, eccellenze gustose e panorami iconici!

Una risposta a “Sermoneta: la storia, il borgo e il castello Caetani”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.