Snorkeling al Circeo

TEMPO DI LETTURA: 5 minuti

SNORKELING

Lungo il Promontorio di San Felice Circeo ci sono grotte e calette ed un meraviglioso mondo subacqueo da esplorare, meglio se armati di maschera, boccaglio e scarpette da scoglio.

Il fondale intorno a San Felice Circeo non sarà popolato di coralli e pesci colorati, ma è animato da una vita intensa ed affascinante che si muove tra piccole doline, grotte subacquee e banchi di Poseidonia.

Di seguito trovate i posti migliori dove fare snorkeling al Circeo.

GUARDA ANCHE: PARCO NAZIONALE DEL CIRCEO

SNORKELING AL PORTO DI SAN FELICE CIRCEO

Il tratto che va dalla Spiaggetta del porto turistico di San Felice Circeo fino a Torre Fico è il più adatto a chi non vuole nuotare troppo e preferisce un posto comodo ed accessibile. Accanto alla spiaggetta iniziano subito gli scogli, popolati da occhiate, banchi di alici e saraghi. Il fondale è basso e la sensazione è quella di nuotare in un acquario illuminato dal sole.

Incredibilmente l’acqua, nonostante la vicinanza al porto, è sempre pulita e limpida.

snorkeling circeo

Come arrivare – Si parcheggia al porto. I parcheggi sono a pagamento (2 euro l’ora), esclusi alcuni tratti sotto alle scalette che portano al porto dalla strada. La spiaggia è libera e spesso affollata nei weekend di alta stagione. Camminando lungo la scogliera si trovano angoli più appartati, anche se più scomodi.

SNORKELING ALLA GROTTA DELLE CAPRE

Dalla Grotta delle Capre (ed in tutto il tratto delle grotte) si accede agevolmente al mare per esplorare grotte marine e fondali. La grotta dell’Impiso, del Fossellone e la grotta Azzurra si esplorano a nuoto. La grotta delle Capre e la grotta del Presepe sono sollevate rispetto al livello del mare e sono perfette per un riposo al fresco.

La grotta Azzurra dà il meglio di sé con la bassa marea quando entra più luce e l’azzurro fluorescente dell’acqua è più intenso.

Come arrivare – Si parcheggia sul piazzale di via della Grotta delle Capre e si segue il sentiero segnalato.

Paradise 🌊🏊🏻 #sanfelicecirceo #sabaudia #grottadellecapre #yesterday

Una foto pubblicata da Beatrice Famà. (@bea__96) in data:

SNORKELING ALLE BATTERIE

Alla Batteria il fondale è più movimentato ed il fondo della montagna va avanti più a lungo prima di lasciare il passo alla sabbia. E’ come nuotare in un paesaggio montuoso fatto di anfratti, grotte, spelonche e colline dove vivono pesci e molluschi.

Come arrivare – Qui trovate tutte le info su Come raggiungere le Batterie e qui la storia e le foto dei resti del forte napoleonico che vedrete guardando la scogliera dal mare.

SNORKELING ALLA SPIAGGIA DEL PRIGIONIERO

Il modo migliore per raggiungere la Spiaggia del Prigioniero è con canoa privata o con i pedalò in affitto allo stabilimento Saporetti sulla spiaggia di Torre Paola. Poco più di un km di mare separa le due spiagge. Si nuota intorno alla spiaggetta in un posto dove il Promontorio è selvaggio e non ci sono approdi, esclusa la meravigliosa cala.

Coda di una lunga e piacevole estate ❤ #spiaggiadelprigioniero #canoa #sea #circeo #estate2016

Una foto pubblicata da Francesca Santori (@francescasantori) in data:

E’ stato segnalato un rischio di frane presso la spiaggetta del Prigioniero quindi si raccomanda massima attenzione evitando soste troppo lunghe sulla cala.

SNORKELING AL FARO DI CAPO CIRCEO

Uno dei miei posti preferiti per lo snorkeling è la zona del faro di capo Circeo. Dal faro si scende agevolmente in acqua se il mare è calmo. Da qui si nuota verso destra in direzione di Torre Cervia. Sotto la torre c’è una grande insenatura con i resti di un porto romano (purtroppo non ben visibili) e scogli che affiorano, coperti di Poseidonia e lumache di mare.

Proprio sotto la torre si forma anche una strettissima spiaggetta di ghiaia bianca. La parte meridionale dell’insenatura ha anche due grotte interessanti collegate da un tunnel.

Per fare snorkeling al Circeo vi serve un equipaggiamento classico da snorkeling con maschera (questa qui in versione economica con vista panoramica a 180° che copre anche la bocca sarebbe l’ideale; questa è la migliore tra quelle più professionali e questa è una maschera classica ma con un design del tutto particolare e comodissimo), tubo per respirare (meglio se professionale come questo qui in modo che rimanga asciutto e non vi ritroviate con il gorgoglio di acqua nel boccaglio) e pinne. Le pinne non sono essenziali se non farete grandi distanze. Io mi sono trovata benissimo con le mezze pinne che sono comode anche per risalire sugli scogli e con le quali si riesce a camminare benissimo (le trovate qui e sono pure scontate).

Qui sotto un video per una preview del mondo subacqueo del Circeo:

Clicca QUI per seguire Cose che ti faranno amare il Circeo su Facebook

Aggiornato il

 
COSA FARE, PARCO NAZIONALE DEL CIRCEO

Informazioni su Sara

Dal 2015 scrivo del Circeo e dei posti più belli della Provincia di Latina. Vado in canoa, adoro la bicicletta e sono una guida ambientale escursionistica. Se volete innamorarvi del Circeo e dell'intera zona dell'Agro Pontino vi accompagno alla scoperta di posti segreti, di storie curiose e miti antichi, eccellenze gustose e panorami iconici, a piedi o sulle pagine del mio blog!

Precedente Cosa fare e vedere a Ventotene Successivo Mappa e cartina di Ventotene

Lascia un commento