Il sentiero 750 del Parco Nazionale del Circeo: mappa, tracciato e difficoltà

TEMPO DI LETTURA: 5 minuti

Nel Parco Nazionale del Circeo c’è un sentiero incredibilmente panoramico che percorre la cresta del Promontorio del Circeo per la sua quasi totale lunghezza. In questo articolo scopriamo tutto sul sentiero 750 del Parco Nazionale del Circeo, lunghezza, durata, difficoltà e tracciato. 

Sentiero 750

Il sentiero 750 del PNC collega il centro storico di San Felice Circeo a Torre Paola, passando sul crinale del Monte Circeo. Il sentiero è esposto per la sua quasi totale lunghezza e non è adatto a chi soffre di vertigini. Segnalato come EE, è adatto agli escursionisti esperti o, in alternativa, può essere percorso in una visita guidata accompagnati da guide esperte.

Lungo il sentiero 750 si cammina quasi sospesi: da un lato lo sguardo cerca il confine tra il cielo ed il mare orlato dalle Isole Pontine; dall’altro il profilo del Golfo di Gaeta che, nelle giornate più limpide, disegna anche Ischia e Procida; alla nostra sinistra la vista cristallina sui laghi costieri e sul bosco di pianura del Parco del Circeo, stoica memoria dell’Amazzonia d’Italia (3.300 ettari di foresta e piscine sopravvissuti alla grande bonifica pontina).

Dopo circa 2 ore di cammino in cresta si raggiungono i resti del tempio romano dedicato a Circe, la temibile maga leggendaria che, secondo il mito, aveva la sua dimora al Circeo. Fu costruito proprio sulla cima del picco di Circe, lo sperone più alto del Monte Circeo che corrisponderebbe al naso della maga.

Picco di Circe

Sentiero 750 (Centro Storico – Picco di Circe – Torre Paola)

Partendo dal piazzale di Torre Paola si sale lungo un sentiero sassoso per qualche centinaio di metri seguendo i segnavia del CAI del sentiero 751. Sulla nostra destra troveremo il sentiero che porta verso il Picco di Circe segnalato come sentiero 750 che sale perpendicolarmente lungo le pendici del monte. Il primo tratto è piuttosto ripido e prosegue totalmente immerso nel bosco, fino ad arrivare alla cresta del Monte Circeo.
A questo punto le nostre fatiche saranno ampiamente ripagate da un panorama a 360 gradi da cui sarà possibile osservare l’intera Pianura Pontina, insieme ai laghi costieri ed alle nostre spalle il mare e le Isole Pontine ed ancora il Golfo di Gaeta.

Si percorre questo magico tratto di cresta fino ad arrivare al Picco di Circe (541mt), il punto più alto del Circeo.

Giunti sul Picco di Circe, oltre al panorama potremmo esplorare i resti del Tempio di Venere, o Circe, costruito dai romani nel I secolo. Rimane ben poco, escluso il basamento del tempio su cui un tempo era posta l’edicola.

Dopo esserci concessi una breve sosta, riprendiamo il percorso 750 seguendo le indicazioni verso l’Acropoli. Qui percorreremo per circa 2 ore l’altro tratto di cresta, anch’esso di una bellezza mozzafiato, che va dal Picco di Circe all’Osservatorio dell’Areonautica Militare di Monte Circello.

Incroceremo il Fortino di Creta Rossa, antico belvedere sulle isole, per poi proseguire fino alla via asfaltata (Via Acropoli). Da qui continuiamo per un breve tratto lungo la strada fino ad imboccare il sentiero delle Ceraselle alto (segnalato come 750 – direzione San Felice Circeo) che, tagliando attraverso il bosco, ci porterà nuovamente su Via Acropoli.

Percorriamo nuovamente un breve tratto di strada asfaltata fino a giungere al Sentiero delle Ceraselle basso (segnalato come 750 nella segnaletica orizzontale) che seppur breve è molto suggestivo con le sue scalinate a gradoni in pietra, fino a giungere finalmente in prossimità del centro storico di San Felice Circeo.

Mappa del sentiero 750 del Parco del Circeo

Il percorso n.750 è senza dubbio il più suggestivo del Parco Nazionale del Circeo, ma anche il più impegnativo, non tanto per la sua lunghezza, quanto per la difficoltà tecnica in alcuni tratti e per l’esposizione. Si raccomanda di indossare scarpe da trekking ed abbigliamento adatto. I bastoncini possono essere d’aiuto nei tratti di forte pendenza, ma andranno riposti nello zaino una volta sul crinale.

Il sentiero è ben segnalato con i segnavia bianchi e rossi del CAI.

Lunghezza: 6,6km

Tempo di percorrenza: 4h

Difficoltà: Difficile (scursionisti esperti).

Sul sito ufficiale del Parco del Circeo trovate la mappa completa del sentiero 750 e qui tutti i sentieri possibili per raggiungere il Picco di Circe.

Sentiero delle Ceraselle

Il sentiero 750 può essere percorso anche per brevi tratti senza raggiungere il Picco di Circe, ovvero la parte più impegnativa del percorso. Parcheggiamo poco prima del cimitero di San Felice Circeo, a due passi dal centro storico.

Da qui, sulla sinistra, partono le scalette del sentiero (segnato come sentiero delle Ceraselle in segnaletiva verticale e 750 nell’orizzontale). L’inizio del percorso è segnalato. Si salgono le scalinate ripide nel bosco fino a via dell’Acropoli. Dopo un breve tratto di strada asfaltata si ritorna nel bosco. Anche qui trovate segnalato il sentiero 750 insieme al cartello “Sentiero delle Ceraselle”. Si prosegue in salita fino a raggiungere nuovamente la strada asfaltata che porta all’Osservatorio di Monte Circello. Da qui si può proseguire verso il Picco di Circe oppure tornare indietro percorrendo lo stesso sentiero dell’andata o in alternativa la strada asfaltata a tornanti, fino al cimitero di San Felice Circeo

Trekking nel Parco Nazionale del Circeo

Il sentiero 750 è uno dei nostri preferiti del Parco Nazionale del Circeo, ma non è il solo. Qui trovate gli itinerari più belli del Parco del Circeo e qualche idea per programmare dei percorsi ad anello con i tracciati gps da visualizzare.

Segui Cose che ti faranno amare il Circeo e la Provincia di Latina su Facebook

Aggiornato il

Pubblicato da Sara

Dal 2015 scrivo del Circeo e dei posti più belli della Provincia di Latina. Adoro la bicicletta, il trekking e le passeggiate in natura. Se volete innamorarvi del Circeo e dell'intera zona dell'Agro Pontino vi accompagno alla scoperta di posti segreti, di storie curiose e miti antichi, eccellenze gustose e panorami iconici! Dal 2021 sono Guida Ambientale Escursionistica, ai sensi della Legge 4/2013, iscritta al registro AIGAE (Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Vuoi prenotare un'escursione?
× Vuoi prenotare un'escursione?