I borghi più belli della Provincia di Latina

TEMPO DI LETTURA: 7 minuti

BORGHI PIU’ BELLI VICINO LATINA: Quali sono i borghi più belli da visitare nella Provincia di Latina?

Di seguito 12 borghi che vale la pena vedere nel Parco Nazionale del Circeo e dintorni della Provincia di Latina.

GUARDA ANCHE: PARCO NAZIONALE DEL CIRCEO

MARANOLA

Maranola è una frazione del comune di Formia. Il borgo è arroccato in un punto che non è visibile da Formia e dal mare. I suoi abitanti l’avevano costruito nel Medioevo proprio per nascondersi alle incursioni dei Saraceni e ci erano riusciti bene.

Maranola è un fitto intrico di strade strettissime, scale ripide e scorci sul mare. La cosa più curiosa è che non ci sono piazze. L’estate è un’ottima alternativa a Formia per soggiornare vicino al mare ma lontano dal trambusto dei posti più turistici.

In inverno Maranola è famosa per il presepe in terracotta e per una enorme rivisitazione storica in cui vengono messi in scena i mestieri di una volta. In estate si tiene il festival ambientale e artistico di Seminaria.


ITRI

Itri si trova a circa 8 km dal mare in corrispondenza di Sperlonga. Il borgo è incastonato tra le montagne brulle e il castello che segue l’andamento in salita della roccia crea un colpo d’occhio indimenticabile arrivando ad Itri.

Il castello è quasi intatto e si può visitare anche all’interno. Anche Itri è un posto ideale per soggiornare in estate spendendo meno che sulla costa e vivendo una vacanza più rilassante. La strada per andare al mare purtroppo è piena di tornanti e basta un po’ di traffico perché ci si impieghi forse troppo a percorrerla.

PRIVERNO

Priverno è un borgo sottovalutato a una ventina di km da Sabaudia nell’interno. Sotto al borgo ci sono l’area archeologica di Privernum e l’Abbazia di Fossanova. C’è anche un museo in un castello dedicato alla matematica e ristorantini che vale la pena visitare. Glio Montano è il mio preferito, con buoni vini e prodotti del territorio compresa carne, formaggi e salumi di bufala. Il Forno del procoio è l’alternativa più ricercata ma sempre con un rapporto qualità prezzo eccezionale.

GUARDA ANCHE: GIARDINO DI NINFA A LATINA

BASSIANO

Bassiano è famosa per il prosciutto che qui trova il clima ideale per una stagionatura ottimale. Viene inoltre speziato con salse segrete locali che gli conferiscono un aspetto ed un sapore tutto suo. A Bassiano si può passeggiare a un passo dalle mura merlettate e fare la tipica escursione al Semprevisa (1550 metri) partendo dal borgo.

A Bassiano c’è il Santuario del Crocifisso con la grotta affrescata, ultimo rifugio templare. E’ conosciuta come la Grotta di Selvascura.

SERMONETA

Sermoneta è uno dei borghi meglio conservati della Provincia di Latina. Il castello Caetani contiene affreschi ed arredi. Il panorama sulla Pianura Pontina dal suo belvedere è magnifico e in estate ospita anche interessanti concerti. A Sermoneta l’offerta di ristoranti e trattorie è molto viva e sebbene turistica è difficile rimanere insoddisfatti.

VENTOTENE

Ventotene è un’isola con un borgo di pescatori a ridosso dell’antico porticciolo. Le case sono colorate e l’atmosfera, nonostante la vocazione turistica è rilassata e ferma nel tempo. Ventotene si raggiunge dai porti di Formia e di Terracina. Per dormire sull’isola è necessario prenotare con un bel po’ di anticipo.

PONZA

Ponza è quella, tra le Isole Pontine, ad essere più turistica ed in un certo senso meno accogliente nei confronti del viaggiatore. Il borgo di Ponza, anche questo sul porto, è grazioso. Le case sono colorate con colori pastello.  I ristoranti si trovano tutti a ridosso del porto, affacciati su gozzi e barche. Non aspettatevi di trovarne di molto economici. Qui trovate tutte le info su come raggiungere Ponza.

 

SAN FELICE CIRCEO

San Felice Circeo è insieme a Sabaudia il paese più grande tra i comuni del Parco Nazionale del Circeo. Il centro storico di San Felice è piccolo e grazioso, anche se ha subito un restauro non sempre consono. Il centro storico è la parte del paese più viva in estate, con i negozi aperti in notturna, i locali ed i ristoranti. Visitate il Parco di Vigna la Corte dove tar rosmarini profumosi, vigneti e limoni potrete ammirare un incredibile paesaggio sul Golfo di Gaeta e le isole.

SPERLONGA

Sperlonga è il borgo bianco incluso nella lista dei borghi più belli d’Italia. E’ stato costruito su uno sperone roccioso a picco sul mare e le sue strade, scale e stradine sono tradizionalmente imbiancate con la calce per garantire la frescura. Sperlonga è molto turistica ma anche ben organizzata, con una pista ciclabile, la possibilità di noleggiare le bici, posti per parcheggiare e ristoranti di pesce che vale la pena provare. Uno si trova proprio sulla spiaggia e volendo potrete mangiare con i piedi nella sabbia.

 

Dreaming of warmer places 💭🏝 {photo: @parisinfourmonths }

Una foto pubblicata da yael steren (@yaelsteren) in data:

 

FOGLIANO

Il borgo di Fogliano è ciò che resta di un antico borgo dove aveva la sua dimora la Famiglia Caetani insieme alle poche case dei lavoratori che ne garantivano la funzionalità e ad una residenza in stile inglese per gli ospiti. Oggi la villa non è visitabile ma lo è in alcuni giorni del mese il Giardino Botanico. Qui trovate tutte le info. Dal Borgo di Fogliano potrete passeggiare lungo il sentiero che fa il giro del lago tra i resti della palude Pontina abitati dalla bufale.

LENOLA

Lenola è come Monte San Biagio uno dei borghi sottovalutati della Provincia di Latina nonostante passeggiare tra i suoi vicoli riveli piacevoli sorprese e scorci interessanti. Da Lenola si cammina fino all’antica città abbandonata di Ambrifi di cui sono rimasti ruderi sparsi tra i quali quelli del castello.

CAMPODIMELE

Campodimele è famosa per la longevità dei suoi abitanti che è la più alta in Italia. Prima dell’Unità d’Italia le sue colline boscose erano il riparo prediletto dei Brigantidel Lazio. A Campolevole (Campo della lepre) c’è ancora la serra dei briganti, un picco sulla cresta del monte Mandrone circondato da una fitta boscaglia con una fortificazione circolare con muri di pietre a secco.

Latina ed i suoi borghi

Oltre ai borghi medioevali arroccati e secolari a Latina ci sono una serie di borghi nati con la Bonifica dell’Agro Pontino. L’agricoltura di tutti è razionalista. I più grandi, come Sabaudia e Pontinia, hanno perso molto dell’atmosfera originaria e le loro architetture si sono evolute in virtù di nuove funzioni.

Alcuni di quelli più piccoli invece rimangono quasi intatti, almeno nei centri veri e propri. Il mio preferito è Borgo San Michele dove, arrivando da Latina, sembra di entrare in un altro mondo che appartiene ad un’altra area geografica (quella Veneto Emiliana) e ad un altro tempo (gli anni della Bonifica). A due passi da San Michele c’è il Museo di Piana delle Orme dedicato alla tradizione contadina, le opere di bonifica e la Seconda Guerra Mondiale.

Cosa vedere a Latina e dintorni

Dei borghi della provincia di Latina abbiamo già parlato. La provincia ha un territorio decisamente sottovalutato che è scrigno di insospetatte bellezze. Il Parco Nazionale del Circeo e le isole Pontine fanno parte del territorio della Provincia di Latina. Qui trovate le cose da fare al Circeo e dintorni della provincia di Latina.

 

Aggiornato il

 
Borghi, COSA FARE, COSA VEDERE, DINTORNI

Informazioni su Sara

Dal 2015 scrivo del Circeo e dei posti più belli della Provincia di Latina. Vado in canoa, adoro la bicicletta e sono una guida ambientale escursionistica. Se volete innamorarvi del Circeo e dell'intera zona dell'Agro Pontino vi accompagno alla scoperta di posti segreti, di storie curiose e miti antichi, eccellenze gustose e panorami iconici, a piedi o sulle pagine del mio blog!

Precedente Sperlonga: cosa vedere, mare e centro storico Successivo Vacanze a Ponza: opinioni, hotel e mare

Lascia un commento