Cosa fare al Circeo quando piove

TEMPO DI LETTURA: 5 minuti

Nel Parco Nazionale del Circeo c’è molto da fare in una giornata di sole (qui trovate alcune delle innumerevoli attività possibili al Circeo). Quando piove, però, le possibilità diminuiscono e, come sempre succede nei posti piccoli, si finisce per pensare che non ci sia nulla da fare.

Qui sotto trovate 8 idee e posti da visitare a San Felice Circeo e nei dintorni quando fuori piove. Se è nuvoloso e non si può andare al mare è invece l’occasione giusta per fare trekking e passeggiare sui sentieri del bosco del Parco e nella macchia mediterranea del Promontorio del Circeo.

Piscina e sauna dell’Hotel Punta Rossa

Una delle mie migliori opzioni nei giorni di cattivo tempo è il centro benessere dell’Hotel Punta Rossa a San Felice Circeo. La piscina coperta ha una cupola di vetro con vista sulle isole Pontine e sul giardino meraviglioso dell’hotel. L’ingresso alla piscina di talassoterapia costa 15 euro per un’intera giornata. Volendo si possono aggiungere sauna e massaggi. Punta Rossa chiude da ottobre a marzo. Consigliata la prenotazione.

A Sabaudia l’hotel Oasi di Kufra (aperto tutto l’anno) offre una possibilità simile, anche se in questo caso la piscina non è altrettanto panoramica e l’opzione leggermente più costosa.

Chiesa del Purgatorio a Terracina

Terracina Alta è un posto bellissimo da esplorare, angolo dopo angolo, in una bella giornata di sole. Il centro storico però ha tanti bar, ristorantini, enoteche e locali in cui rifugiarsi quando piove. Il duomo di Terracina merita assolutamente una visita, insieme alla Chiesa del Purgatorio, dedicata al limbo pietoso e decorata con ossa e teschi in un macabro memento mori.

Santuario della Sorresca a Sabaudia

Il Santuario della Sorresca è un altro di quei posti ameni del Parco Nazionale del Circeo da visitare con il sole. È anche facilmente raggiungibile (la macchina si parcheggia proprio accanto al santuario) e la chiesetta che custodisce la Madonna trovata dai pescatori nel lago è un riparo grazioso.

Abbazia di Fossanova a Priverno

L’Abbazia di Fossanova è un gioiello di gotico italiano. Oltre all’abbazia ci sono il borgo, i resti di una villa romana, un museo e la cella dove pregò e morì San Tommaso d’Aquino.

L’Abbazia di Fossanova è aperta tutti i giorni. L’ingresso è libero, ma durante la messa la chiesa non è visitabile. Sul sito ufficiale dell’Abbazia trovate tutte le info e gli orari delle cerimonie. Il Forno del Procoio è il posto giusto per fermarsi a mangiare il meglio della cucina tradizionale pontina (rivisitata) davanti ad un enorme camino ardente

Sommergefuehl heute am Kloster Fossanova, traumhaft schoen!!! #fossanova #kloster #italy #summerfeeling

Un post condiviso da Franzi Dpx (@lavendel8) in data:

Castello di Sermoneta

Il castello di Sermoneta è uno dei più belli e ben tenuti del Lazio. Si trovava in un territorio strategico dove passavano le uniche strade che nel Medioevo portavano a sud, verso Napoli. Il castello era dimora e centro sociale e culturale della famiglia Caetani (proprietari anche di Ninfa) per tanti secoli. Dopo un periodo di abbandono la famiglia tornò ad occuparsene nell’800 e così oggi il castello mantiene intatto il suo aspetto, compresi alcuni arredi e affreschi. Intorno ci sono ristoranti e trattorie dove si mangia bene e non si spende molto.

Qui trovate tutte le info e gli orari per visitare il Castello Caetani di Sermoneta.

Castello di Itri e Museo del Brigantaggio

Ad Itri c’è un altro castello quasi integro. Stavolta concepito come vera e propria fortezza con il borgo all’interno e con un colpo d’occhio incredibile: le mura difensive seguono il crinale della montagna scendendo a picco; il castello appare all’improvviso appena si apre la vallata. Qui trovate tutte le info e gli orari di apertura del Castello di Itri.

 

#Itri, comitati di quartiere, ecco le regole goo.gl/W1JWff

Un post condiviso da Latina Oggi (@latinaoggi) in data:

Museo Archeologico Nazionale villa e antro di Tiberio a Sperlonga

L’imperatore Tiberio fece costruire una sontuosa villa sulla costa di Sperlonga. La villa sfruttava un antro naturale per ospitare una piscina con statue ed alcove proprio di fronte al mare. Al di sopra della villa è stato aperto il museo che espone vasellame e statue e ricostruzione alcuni enormi  bassorilievi. Qui trovate tutte le info sul Museo Archeologico Nazionale villa e antro di Tiberio.

#villaditiberio #odissea

Un post condiviso da Raffaele Giannitelli (@raffaelegiannitelli) in data:

Museo Agro Pontino a Pontinia

A Pontinia c’è un museo che racconta l’Agro Pontino prima e dopo la bonifica, la gente che ci abitava e che ci abita e la lotta, poi finalmente vinta, contro la malaria. Pontinia è uno dei comuni nati con la bonifica della Pianura Pontina e, senza un interesse antropologico o per l’architettura fascista, non vale la pena visitarla, mentre vale la pena invece visitare il museo. Qui trovate il sito ufficiale del Museo dell’Agro Pontino.

Torre idrica di Pontinia #architetturaitaliana #pontinia #museoagropontino

Un post condiviso da @allthatiperceive in data:

Clicca QUI per seguire Cose che ti faranno amare il Circeo su Facebook

Aggiornato il

 
COSA FARE

Informazioni su Sara

Dal 2015 scrivo del Circeo e dei posti più belli della Provincia di Latina. Vado in canoa, adoro la bicicletta e sono una guida ambientale escursionistica. Se volete innamorarvi del Circeo e dell'intera zona dell'Agro Pontino vi accompagno alla scoperta di posti segreti, di storie curiose e miti antichi, eccellenze gustose e panorami iconici, a piedi o sulle pagine del mio blog!

Precedente Chiaia di Luna a Ponza Successivo Il lago di Paola a Sabaudia

Lascia un commento